Malattie dell’occhio, Uveite: che cos’è, terapie e sintomi

438
uveiti posteriore sintomi

L’Uveite è una malattia dell’occhio causata da un’infiammazione. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come curarla.

L’Uveite è un’infiammazione di una parte o della totalità dell’uvea, una sottile membrana posta tra sclera e cornea per la vascolarizzazione dell’occhio.

La malattia è transitoria ma fastidiosa perchè si manifestano riduzioni temporanee della vista, che preoccupano il paziente. Se trascurata può causare problemi più seri come la cecità permanente.

uveiti sintomi

Iniziamo a dire che l’uvea è formata da tre parti:

  • iride (parte anteriore),
  • corpo ciliare (parte media),
  • coroide (parte posteriore).

L’infiammazione può colpire tutta l’uvea oppure solo una delle parti descritte sopra.

Quali sono le cause

Le cause che possono scatenare l’infiammazione sono riconducibili alle seguenti malattie:

  • Uveite anteriore (iridociclite)
  • Idiopatica (senza causa nota, condizione più frequente)
  • Iatrogena (come conseguenza di un intervento chirurgico)
  • Infettiva (come conseguenza di infezione da virus erpetici)
  • Traumatica
  • Secondaria ad artrite idiopatica giovanile

Cause di uveite intermedia

  • Idiopatica (senza causa nota, condizione più frequente)
  • Infettiva, come conseguenza di infezioni quali:
  • tubercolosi
  • sifilide
  • malattia di Lyme (in regioni endemiche)
  • Secondaria ad altre patologie, come ad esempio
  • sclerosi multipla
  • sarcoidosi

Cause di uveite posteriore (coroidite)

  • Idiopatica (senza causa nota, condizione più frequente)
  • Infettiva, come conseguenza di infezione da
  • toxoplasma
  • citomegalovirus
  • virus erpetici
  • Secondaria a sarcoidosi

Cause di panuveite

  • Idiopatica (senza causa nota, condizione più frequente)
  • Infettiva, come conseguenza di infezione da Mycobacterium tubercolosis o secondaria a sarcoidosi
  • Si precisa che solo una rara causa di uveite, da non sottovalutare, è legata all’assunzione di farmaci, quali ad esempio:
  • bifosfonati (spesso utilizzati nel trattamento dell’osteoporosi),
  • rifabutina (antibiotico per la tubercolosi polmonare),
  • cidofovir (farmaco antivirale ad ampio spettro).

I sintomi di uveite dipendono dalla gravità dell’infiammazione:

  • Sintomi di uveite anteriore
  • La forma anteriore è quella che dà sintomi con maggiore frequenza:
  • dolore a livello dell’occhio
  • arrossamento dell’occhio
  • senso di fastidio con l’esposizione alla luce (fotofobia)
  • riduzione della vista

Segni che si riscontrano durante la visita medica

  • iperemia congiuntivale paracorneale (flush ciliare),
  • precipitati cheratici sulla superficie corneale interna,
  • flare nella camera anteriore,
  • sinechie posteriori.

Sintomi di uveite intermedia

  • riduzione della vista,
  • presenza di corpi mobili (piccoli puntini neri, macchie scure o linee frastagliate, che fluttuano all’interno del campo visivo).
  • Spesso si riscontrano cellule nel vitreo, che possono aggregarsi in prossimità del confine tra iride e sclera (pars plana) formando i cosiddetti essudati “a palla di neve”. Altri segni clinici sono estremamente specifici e di pertinenza dello Specialista oftalmologo.

Sintomi di uveite posteriore

  • manifestazioni di retinite o di coroidite, con lesioni giallo-biancastre
  • presenza di cellule nel vitreo
  • vasculite retinica
  • edema del disco ottico.
  • Sintomi di panuveite
  • Diagnosi e complicanze
  • Se trascurata l’uveite può causare la perdita della vista attraverso le complicanze che elenchiamo di seguito:
  • edema maculare cistoide (principale causa di perdita della vista)
  • cataratta
  • distacco di retina
  • glaucoma
  • ipotonia (pressione intraoculare troppo bassa)
  • fenomeni di neovascolarizzazione di retina, iride o del nervo ottico.

La diagnosi di uveite viene redatta dopo approfonditi esami che riguardano l’utilizzo della lampada a fessura e l’oftalmoscopia e dai pazienti che lamentano una sintomatologia dolorosa associata ad arrossamento dell’occhio e fotofobia.

L’uveite entra in diagnosi differenziale con le forme acute di glaucoma ad angolo chiuso, che presenta tipiche manifestazioni di arrossamento e dolore del tutto simili appunto a quelle dell’uveite.

Altre malattie che possono causate l’uveite

  • tumori intraoculari, soprattutto se:
  • il paziente è di giovane età (retinoblastoma, leucemia, …)
  • il paziente è di età avanzata (linfoma intraoculare)
  • retinite pigmentosa.

Terapie per la cura dell’uveite

L’uveite è un’infiammazione e viene trattata con antifiammatori specifici:

  • corticosteroidi (farmaci cortisonici), soprattutto ad applicazione topica, come il prednisolone acetato (applicato con iniezioni peri o intraoculari)
  • farmaci cicloplegico-midriatici, come omatropina o ciclopentolato (somministrati come collirio);
  • farmaci antimicrobici, qualora vi sia un concomitante quadro infettivo;

E’ da tener presente anche la chirurgia (vitrectomia) o l’adozione di metodiche come la fotocoagulazione al laser. In casi più gravi vengono somministrati  corticosteroidi ad azione sistemica o addirittura di farmaci immunosoppressivi come il metotrexato o l’adalimumab.