John Wick 3: Keanu Reeves, a caccia dell’uomo. Recensione

27
john wick 3 la recensione del film

Dopo la grande saga di film Matrix, Keanu Reeves colleziona un altro grande successo con John Wick 3 promosso a grandi voti dalla critica internazionale.

John Wick, scomunicato dal sindacato degli assassini a cui appartiene in seguito agli avvenimenti del film precedente, deve sopravvivere mentre tutti i killer del mondo gli danno la caccia tentando di incassare l’enorme taglia posta sopra la sua testa. Il protagonista è Keanu Reeves ancora una volta nei panni di uno spietato killer. Nel cast del film troviamo al fianco di Reeves una misteriosa Halle Berry e, tra gli altri, Anjelica Huston, Laurence Fishburne e Ian McShane.

John Wick è in fuga per due ragioni: una taglia di 14 milioni di dollari e per aver infranto una delle regole fondamentali, uccidere qualcuno all’interno dell’Hotel Continental. La vittima infatti era un membro della Gran Tavola che aveva posto la taglia su di lui. John avrebbe dovuto già essere stato eliminato, ma il manager dell’Hotel Continental gli concede un’ora di tempo prima di dichiararlo ufficialmente “scomunicato”.

John dovrà cercare di restare vivo, lottando e uccidendo, in cerca di una via d’uscita da New York City.

Il film inizia con l’attore Keanu Reeves in fuga che corre per poter sopravvivere e tenta di difendersi con qualsiasi cosa gli capiti in mano.

john wick 3 la recensione del film al cinema

Il film piace oltre alla trama originale soprattutto per le scene d’azione, brutali, adrenaliniche e implacabili del protagonista. Dopo il successo di Matrix anche questa trilogia di film merita il successo. Non solo per l’impegno di Keanu Reeves, sostituito nelle scene più pericolose da controfigure ma anche per l’originalità degli eventi  realizzati dai registi Chad Stahelski e David Leitch.

In realtà con il terzo episodio si conclude la storia e la fuga di John Wick. E’ stato realizzato seguendo una sorta di viaggio dantesco al contrario dal Paradiso all’Inferno.  Le coreografie di combattimento sono curatissime e ricche di effetti speciali. La critica della trilogia, che pare avrà un seguito, è positiva.

Keanu Reeves si conferma ancora una volta una grande star action del cinema contemporaneo.