Sicilia: cosa vedere in questa terra meravigliosa?

104
cosa fare e vedere in Sicilia

Cosa fare e cosa mangiare? Gli itinerari della Sicilia che si possono esplorare attraverso un viaggio in Sicilia sono davvero molti, da quelli naturali a quelli gastronomici.

Se ti stai chiedendo cosa vedere assolutamente, non puoi trascurare i fantastici paesaggi e tutte le bellezze della natura che quest’isola del Mediterraneo regala ai suoi visitatori. Le meraviglie della natura unite a quelle della storia e alle tradizioni, fanno di questa terra un vero scrigno di elementi preziosi da non perdere. La Sicilia da vedere è composta da monti, colline e soprattutto dal mare, le cui acque raggiungono colori inebrianti.

cosa vedere in sicilia scopriamolo insieme

I posti da visitare in Sicilia sono costituiti soprattutto dalle isole, come le Eolie, le Egadi e le Pelagie. Da non dimenticare i vulcani, come l’Etna o lo Stromboli. Ma la Sicilia è anche una terra di bellezze archeologiche, che testimoniano le varie dominazioni che si sono succedute sull’isola nella storia e che hanno costituito periodi molto imponenti ancora oggi da ammirare.

etna in sicilia un vulcano che non riposa mai

Sicilia da vedere: Agrigento e Siracusa

Per chi ama la storia e i preziosi reperti archeologici, è fondamentale fare una tappa presso la valle dei templi di Agrigento e presso Siracusa. L’area archeologica di Agrigento è un sito certificato dall’Unesco. La valle dei templi sorge in una valle tra gli ulivi, i mandorli, gli agrumeti e i vigneti. È considerata uno dei luoghi straordinari della Magna Grecia.

Grazie alla presenza di incredibili monumenti, si può rivivere l’atmosfera del periodo in cui questa città era un grande centro di potere e di cultura. Anche Siracusa è stata una colonia greca, con la sua chiusura naturale rappresentata dall’isola di Ortigia. È proprio qui che si possono trovare numerose testimonianze di carattere archeologico.

siracusa la città dai mille colori

Ma la Sicilia è la patria dei siti certificati Unesco. Fra questi bisogna ricordare per esempio la necropoli di Pantalica, le città barocche della Val di Noto e la villa romana del casale a Piazza Armerina. E non è affatto da dimenticare la splendida Taormina. A metà strada tra Messina e Catania, questa città racchiude tutte le bellezze siciliane in un unico territorio.

Cosa vedere in provincia di Palermo

Nella città di Palermo possiamo ricordare soprattutto alcuni luoghi particolari, come quelli in cui è possibile scoprire le cupole dallo stile arabeggiante e poi il mercato della Vucciria o il quartiere della Kalza. Nel capoluogo dell’isola non mancano gli spazi verdi, come il parco della Favorita, il giardino di Garibaldi e il parco di Villa Giulia.

Particolarmente ammirevole è il centro storico di Palermo, in cui è possibile rintracciare vari monumenti davvero splendidi: il palazzo dei Normanni, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la cattedrale, la chiesa di San Domenico, l’oratorio di Santa Zita, la Martorana, la chiesa di Santa Caterina e la chiesa della Magione.

Nel centro storico di Palermo anche il rinomato teatro Massimo, che è un chiaro esempio di architettura neoclassica. A pochi chilometri dalla città, assolutamente da non perdere è Monreale, che presenta particolari testimonianze artistiche di epoca normanna. Sempre a pochi chilometri da Palermo sorge il centro di Bagheria, che è conosciuto per alcune ville nobiliari del Settecento. Tra queste possiamo ricordare ad esempio la villa Palagonia, che è chiamata anche villa dei Mostri perché al suo interno custodisce sculture che raffigurano personaggi mostruosi. A Bagheria troviamo anche il museo Guttuso, con le opere del pittore contemporaneo Renato Guttuso.

Altre testimonianze splendido a livello artistico di epoca normanna possono essere rintracciate a Cefalù, in particolare nel duomo della cittadina. Nel territorio di Cefalù troviamo importanti reperti archeologici: sulla costa in particolare resti di antiche fortificazioni e sulla rupe che domina la città ciò che resta di un antico santuario. Vicino Santa Flavia troviamo i resti dell’antica città di Solunto.

vista di cefalu in sicilia

Cosa fare in Sicilia

Oltre a visitare le bellezze storiche e artistiche delle città siciliane, in Sicilia è possibile partecipare anche a numerosi eventi costituiti da feste e sagre. Basti pensare al carnevale di Acireale, con i suoi famosi carri allegorici in cartapesta e le sue numerose maschere. A Taormina ogni anno si organizzano numerosi eventi di carattere culturale, tra i quali il famoso Festival del Cinema.

E poi non bisogna dimenticare le feste legate ai Santi patroni, spesso segno di profonda devozione da parte degli abitanti del luogo. Fra tutte queste feste patronali possiamo ricordare quella di Santa Rosalia a Palermo e quella di Sant’Agata a Catania.

Per chi vuole conoscere meglio le tradizioni siciliane è consigliata la tappa di Acireale, dove si possono vedere gli spettacoli connessi all’Opera dei Pupi, che raccontano la storia di Orlando Furioso.

Cosa mangiare in Sicilia

La Sicilia è anche una terra ricca dal punto di vista gastronomico. Possiamo pensare ad esempio ai numerosi antipasti, come gli arancini di riso, le crocchette di patate chiamate cazzilli e le frittelle catanesi. Una certa attenzione è riservata ai primi piatti. Piatto tipico per esempio è la pasta alla norma, che è realizzata con le melanzane. Queste ultime costituiscono anche gli ingredienti fondamentali della caponata e della parmigiana.

arancini di riso siciliani cosa mangiare in sicilia

Molto conosciuti sono i piatti a base di pesce, come il cous cous trapanese o la pasta con le sarde. In Sicilia si trovano altre prelibatezze a base di tonno, pesce spada e pesce azzurro, che caratterizzano la cucina locale. Per quanto riguarda la carne, essa viene impiegata soprattutto nella preparazione delle gustose polpette.

pasta con le sarde da mangiare in sicilia

Importante è la pasticceria siciliana, che manifesta tutto il suo splendore soprattutto nelle feste natalizie, con preparazioni a base di ricotta e pasta di mandorle. Altri importanti prodotti tipici siciliani sono l’olio extravergine d’oliva, le arance rosse, i pomodori di Pachino, i fichi d’India e i capperi di Pantelleria.

i cannoli siciliani con la ricotta fresca della sicilia

Non mancano i formaggi, come il ragusano e il pecorino, e i vini dal gusto molto vivace, come quelli che si producono a Marsala, a Trapani, nel Belice o a Vittoria. Molti alimenti siciliani sono riusciti a conquistare i marchi DOP e IGT. Si tratta di prodotti tipicamente rientranti nella dieta mediterranea, famosi in tutto il mondo per i benefici che sono in grado di apportare e per la genuinità degli ingredienti che vengono utilizzati.