Serie tv 911, chiamate di emergenza sul filo della tensione

163
911 serie tv chiamate di emergenza

Una serie tv che sta registrando grande successo, tanto in America quanto in Italia, è 911, un cosiddetto procedural drama a cura di Ryan Murphy e Brad Falchuck.

Quando parliamo di procedural drama intendiamo quelle produzioni di gialli polizieschi caratterizzate da alcuni aspetti peculiari, come la presenza di un corpo speciale o una squadra di agenti o investigatori che si occupa dei casi collettivamente; l’intrecciarsi di più crimini o casi da seguire all’interno di un’unica puntata; la descrizione tecnica delle procedure necessarie alla loro risoluzione, come autopsie, raccolta delle prove da parte della polizia scientifica, preparazione agli interrogatori.

GLI AUTORI

Murphy e Falchuck (suo collaboratore storico) sono due tra i più importanti autori e produttori di questo genere di serie.

La coppia è, sia da un punto di vista commerciale che qualitativo, una vera e propria garanzia, dopo i successi straordinari di telefilm come Glee, American horror story  e l’ultima, ma solo in ordine di tempo, Scream Queens.

A testimonianza di un gruppo di lavoro ormai consolidato e di successo, i due autori hanno deciso di riproporre nella nuova serie diversi tra gli attori con cui hanno lavorato in passato, a cominciare da Angela Basset e Connie Britton (che avevano avuto sotto la propria direzione in American horror story) fino a Kenneth Choi (American crime story).

LA SERIE

Nei dieci episodi della prima serie (a gennaio è già stata comunicata la prossima produzione di una seconda) si seguono le vicende di poliziotti, paramedici e vigili del fuoco operanti a Los Angeles, tanto da un punto di vista professionale quanto nelle loro vite private.

Non che i due aspetti siano separabili fino in fondo, considerando le condizioni di alta tensione e perenne pressione in cui operano i gruppi di lavoro, sempre sulla corda, pronti per essere coinvolti a sbrogliare situazioni scioccanti e spesso imprevedibili, per affrontare le quali spesso vi è un concreto pericolo di morte.

Il nome della serie deriva dal numero di telefono 911, il cosiddetto “Numero unico di emergenza”, in uso negli Stati Uniti e in altri paesi nordamericani come il Canada.

Il numero ha la funzione di mettere in contatto gli utenti con un centralino che localizza le chiamate e le smista alla polizia, i vigili del fuoco o il soccorso sanitario, a seconda delle esigenze e delle necessità espresse dalla chiamata e dalla richiesta di soccorso.

Tra i protagonisti della serie e tra i personaggi meglio caratterizzati e più riusciti vi sono Abby Clark, che interpreta proprio il ruolo di una operatrice del 911, e Bobby Nash, capitano dei vigili del fuoco di Los Angeles.

IL CAST DELLA SERIE TV 911

Tra gli attori figurano nomi importanti nell’ambito della produzione seriale televisiva, come Angela Basset,  Connie Britton e Kenneth Choi, già citati in precedenza, ma anche Peter Krause (reduce dal grande successo della serie The Crash), Oliver Stark e Aisha Hinds, comparsa in tante produzioni cult americane nel corso degli ultimi quindici anni, da ER Medici in prima linea fino a Lost e Desperate Housewifes.