Il Trono di Spade, Conleth Hill deluso dalle ultime due stagioni

29
il trono di spade varys

In un’intervista con Entertainment Weekly, Conleth Hill ha espresso delusione per il modo in cui Varys è stato trattato nelle ultime due stagioni.

L’ottava stagione de Il Trono di Spade lascia una scia di delusione. In particolare Conleth Hill nel quinto episodio è andato via dalle scene all’improvviso e per questo suo gesto è stato molto criticato. Ma lui in  un’intervista con Entertainment Weekly ha chiarito la sua posizione e ha spiegato le motivazioni del suo gesto.

L’attore si è dichiarato deluso per il modo in cui Varys è stato trattato nelle ultime due stagioni.

Hill ha raccontato che, in un primo momento, aveva preso la morte di Varys come una questione “molto personale”.  In effetti non aveva letto con attenzione le sceneggiature e era stato avvisato che il personaggio sarebbe uscito di scena perché sarebbe morto. Nemmeno la produzione de Il Trono Di Spade l’aveva avvisato. Nessuno del cast aveva detto della fine di Varys. Forse per rendere più reale la reazione degli altri attori e per evitare che l’episodio venisse spoilerato. “Non puoi fare a meno di sentire che hai fallito in qualche modo, che non hai vissuto aspettative che non conoscevi” ha spiegato, prima di aggiungere che “All’epoca, nulla poteva consolarmi”.

Hill da una parte ha compreso l’importanza della sceneggiatura perché la morte di Varys ha un senso in tutta la storia de Il Trono di Spade ma non nasconde la delusione. “La sensazione che ho avuto nelle ultime due stagioni è che il mio personaggio fosse diventato marginale, che si siano concentrati su altri”, ha detto. “Questo va bene. È nella natura di uno show con tanti personaggi. È stato un po’ frustrante. Tutto sommato, è stato straordinariamente positivo e appassionante, ma devo ammettere che le ultime due stagioni non sono le mie preferite”.

“Se era un uomo così intelligente e aveva risorse del genere, come mai non sapeva nulla?” a concluso nell’intervesta. Delusione a parte Hill ha confermato che, “nel complesso, non sono insoddisfatto… Sembra che lo sia. Ma è stato splendido”.