Elezioni Avellino: niente lista De Mita

20

Sette candidati per la carica di sindaco ad Avellino, ma questa volta i centristi non saranno in campagna elettorale

Ben 7 candidati sostenuti da 16 liste per la carica di sindaco ad Avellino che però non vede candidata la lista dei Popolari di De Mita.

Le elezioni si terranno il prossimo 26 maggio: dopo un anno, in seguito allo scioglimento del consiglio comunale del 24 novembre 2018 che ha portato al voto di sfiducia al sindaco Penstellato Ciampi, nel capoluogo irpino ritorna il test della griglia amministrativa.

Questa volta i centristi saltano il turno per evitare una campagna elettorale piena di rancori e accuse personale. Tuttavia, saranno assenti solo per quanto riguarda la lista, perché durante la campagna elettorale i centristi saranno presenti con opinioni e discussioni costruttive attraverso un comitato formato per l’occasione.

Elezioni Avellino: le motivazioni di Giuseppe De Mita

Per la primissima volta l’Italia Popolare di De Mita non parteciperà per concorrere alla carica di sindaco in seguito alla scelta del consigliere Maurizio Petracca di sostenere Luca Cipriano, candidato del Pd.

A tal proposito, Giuseppe De Mita ha scelto di esporre pubblicamente le ragioni della loro rinuncia alla candidatura, ammettendo che non è stata una scelta facile ma doverosa.

La separazione tra l’Italia Popolare e Petracca non è stata docile, infatti De Mita non ha speso parole d’affetto nei confronti del suo ex collega, paragonando la sua mossa politica a quella di un borseggiatore di strada.

Tuttavia per i centristi non sarà una campagna vista dagli spalti, parteciperanno attivamente e a tal riguardo fanno sapere che stanno già preparando i temi da affrontare durante il mese di campagna elettorale.

Nel  frattempo Ciraco De Mita, ex presidente del Consiglio dei ministri, riprova a candidarsi come sindaco di Nusco (AV) alla veneranda età di 91 anni.