Napoli: uomo accoltellato a bordo del suo ciclomotore

110
uomo accoltellato a napoli

A Napoli un episodio di violenza che ha lasciato esterrefatti. Un uomo di 54 anni è stato aggredito mentre si trovava sul suo ciclomotore insieme alla moglie.

I fatti si sono svolti la sera del 18 agosto in piazza Vittoria, situata nella zona del lungomare del capoluogo partenopeo. Da ciò che il ferito ha dichiarato agli inquirenti, si è potuta ricostruire almeno in parte la dinamica dell’aggressione.

L’uomo ha infatti raccontato che all’improvviso, mentre si trovava sullo scooter, è stato avvicinato da due giovani, anch’essi sullo scooter. Uno dei ragazzi lo avrebbe accoltellato al costato. Subito dopo con grande velocità gli aggressori si sarebbero mossi con il ciclomotore e di loro sarebbero state perse le tracce.

Nonostante la ferita riportata, il 54enne è riuscito ad andare presso l’ospedale Loreto Mare. Qui è stato medicato e i medici hanno rilasciato una prognosi di 10 giorni per una ferita che è stata inferta sull’emitorace sinistro.

Gli inquirenti hanno sentito anche dei testimoni che avrebbero assistito alla scena, per cercare di capirne di più sulla vicenda e per trovare eventuali tracce lasciate dagli aggressori. È stato aperto un fascicolo di inchiesta, anche se ancora i due giovani che avrebbero aggredito l’uomo non sono stati identificati.

questura di napoli della polizia di stato

Inoltre gli inquirenti hanno analizzato i filmati forniti dalle videocamere di sorveglianza che erano collocate nella zona. Eventualmente queste immagini potrebbero rivelarsi importanti, perché potrebbero fornire delle prove da utilizzare per facilitare e velocizzare le indagini delle forze dell’ordine.

Il 54enne ha spiegato di trovarsi in strada e non è riuscito a fornire nessuna dichiarazione riguardo agli eventuali motivi dell’aggressione.

Ha riferito semplicemente di trovarsi in compagnia della moglie e che i giovani sono arrivati all’improvviso, quando nemmeno lui se l’aspettasse. Anche l’essere stato colto di sorpresa avrebbe limitato la possibilità di una sua reazione di difesa.

I carabinieri sono al lavoro per rintracciare gli uomini che lo hanno aggredito. La speranza è che qualcuno abbia visto bene ciò che è successo e che sia in grado di fornire delle prove definitive, capaci di mettere le indagini sulla buona strada.

Si attendono i risultati dell’esame effettuato sulle telecamere della zona, anche per ricostruire eventualmente il percorso che gli aggressori hanno compiuto nel loro tentativo di dileguarsi.