Il Napoli di Ancelotti mette il Parma k.o

20
il napoli batte il parma con doppietta di milik

Doppietta di Milik e gol di Insigne, il Napoli sconfigge il Parma e tiene testa alla Juve

Match dopo match, il Napoli di Ancelotti rivela i suoi costanti miglioramenti e, soprattutto, la volontà di tenere testa alla Juve. Candidandosi sempre più come come team anti-Juve gli azzurri hanno, infatti, vinto 3-0 contro il Parma al San Paolo.

È un momento “d’oro” quello della squadra azzurra; il quinto gol di Insigne, la doppietta di Milik, la rotazione dei giocatori proprio secondo strategia di Ancelotti ed un Napoli già in vantaggio prima ancora di avere il tempo di annotare la formazione la dicono lunga sugli obiettivi della nuova squadra di Ancelotti.

Forza tecnica e fisica

Il match d’esordio per il terzino destro Malcuit e l’esordio in Serie A per Fabian Ruiz hanno segnato un predominio da parte della formazione studiata da Ancelotti che ha dimostrato forte carattere sia a livello tecnico che fisico. Al Parma, pur risultando negli ultimi tempi una delle squadre più in forma, nulla è rimasto da fare se non riorganizzarsi provando ad alzare i terzini ma ritrovandosi, ugualmente, sempre in ritardo sul pallone da calcio.

Il guanto di sfida di Ancelotti

D’altronde Ancelotti lo aveva assicurato: “Testa al Parma, poi penseremo alla Juve” ed è così che il guanto di sfida, in effetti, risulta lanciato. Dopo aver battuto al sesto turno di serie A del San Paolo il Parma per 3-0   il Napoli dimostra ancor di più la chiarezza di riferimenti ed obiettivi. La difesa orientata sul pallone, un centrocampo a due per garantire maggiore copertura in transizione ed un pressing selettivo hanno connotato un Napoli feroce che schiacciando il Parma nella sua metà di campo ne ha confinato il gioco.

L’evoluzione rispetto alla squadra azzurra di Sarri è, dunque, estremamente più chiara: Ancelotti vuole un calcio fluido e cerca un punto di equilibrio tra tutti i giocatori vincendo, nel frattempo, ben cinque sfide su un totale di sette.