Comune di Napoli, refezione per le scuole: tariffe, esenzioni ISEE

39
refezione scolastica comune di napoli

Ecco le indicazioni per richiedere la refezione scolastica presso il Comune di Napoli: come accedere al servizio, tariffe ed esenzioni ISEE.

La refezione scolastica è garantita dal Comune di Napoli a fronte di un contributo versato dalle famiglie in base al reddito ISEE presentato.

La refezione scolastica si è potenziata e oggi questo servizio viene offerto a tutti i ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo, dalla materna, all’elementare, alla media. Questo sistema è sovvenzionato dai comuni, che ne assegnano la gestione ad aziende specializzate, scelte mediante il sistema della gara d’appalto. Per un migliore controllo della produzione e dei costi si preferisce in genere adottare il sistema del legame differito, con grandi centri di cottura che servono le singole realtà scolastiche.

Solo in alcuni comuni sopravvivono ancora scuole con il locale di cucina annesso, nel quale si provvede alla preparazione e alla cottura dei cibi prima della loro distribuzione. La responsabilità del Comune interessa anche la definizione del menu e del cosiddetto “capitolato” rispetto alla qualità delle materie prime; vengono perciò stilate precise tabelle dietetiche, in accordo con le esigenze alimentari delle diverse fasce di età tenendo anche conto di alunni con patologie e/o intolleranze alimentari ma anche per motivi religiosi/culturali.

Come accedere alla refezione scolastica

Per usufruire del servizio è necessario sottoscrivere un’apposita domanda on-line presente sul sito del Comune di appartenenza nel periodo di settembre.

Il pagamento del contributo (circa 15 euro al mese) da parte delle famiglie è stabilito in base all’ISEE dichiarato. Per i bambini con genitori non coniugati e non conviventi dovrà essere inserita la particolare attestazione ISEE “minorenni”.

Come pagare

Il versamento può esse effettuato tramite avviso di pagamento PagoPA inviato a mezzo email e/o distribuito dalle scuole. E’ possibile pagare il contributo presso:

  • Tutti gli Uffici Postali
  • Gli Sportelli Bancari ed ATM, con logo pagoPA
  • Tabaccherie , Ricevitorie, Supermercati e grande distribuzione, attraverso i circuiti:
  • SisalPay
  • Lottomatica
  • Banca 5

Gli avvisi possono inoltre essere pagati online, con i sistemi di home-banking che espongono il logo CBILL

Sul sito del Comune di Napoli è disponibile il portale dei Pagamenti denominato PartenoPay utilizzabile da PC, tablet, smartphone. Il pagamento sarà effettuato con queste modalità:

  • tramite carta di credito o di debito
  • tramite proprio conto corrente
  • tramite altri metodi di pagamento

PartenoPay è accessibile al seguente indirizzo: https://partenopay.comune.napoli.it/