Ancora dubbi, il consigliere Borrelli indaga su Pignatelli

64
il consigliere regionale francesco emilio borrelli

Chiuso per party! Ulteriori quesiti del consigliere Borrelli circa il trasferimento del primario autore della festa incriminata per la chiusura del reparto di Chirurgia vascolare

A chiedere ulteriori spiegazioni sulla legittimità di trasferimento del medico sospeso dall’incarico di primario per aver chiuso il reparto di Chirurgia vascolare dell’Ospedale del mare è proprio il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

La dinamica, la festa e l’accusa

Il primario aveva , infatti, innescato e predisposto la chiusura dell’intero reparto di Chirurgia Vascolare per consentire alla propria equipe di partecipare alla festa “paradossalmente” inaugurale del sopraggiunto incarico professionale.

Festa che avrebbe, di conseguenza, gettato scredito sulla struttura stessa oltre che sulla credibilità del sistema sanitario nazionale e che avrebbe portato, ancora una volta, la Campania al centro di una triste ondata di scredito e pregiudizi rendendola, nuovamente, testimone di episodio assolutamente negativo.

Dubbi per Borrelli circa la leggittimità del trasferimento

Il trasferimento di Francesco Pignatelli all’Asl Napoli 3 Sud sarebbe stato, secondo l’assessore regionale alle Attività Produttive Antonio Marchiello, concesso in base ad una domanda di “mobilità in entrata” nella struttura Asl Napoli 3 Sud che, proprio lo scorso anno, aveva indetto specifica procedura per l’individuazione, tramite mobilità volontaria, di due dirigenti medici per il reparto di Chirurgia vascolare.

L’intervento dell’Assessore regionale Antonio Marchiello

Richieste, tuttavia, non ne erano giunte e così, al momento della richiesta di mobilità in entrata da parte di Pignatelli, l’Asl Napoli 3 Sud aveva dato il proprio consenso. Marchiello a tal proposito ha però voluto aggiungere: “Ma serve il nulla osta dell’amministrazione di appartenenza, in questo caso della Asl Napoli 1, che, ad ora manca – sottolineando che – L’Asl Napoli 3 Sud  ha avviato uno schema di convenzione con l’Ospedale Moscati di Avellino per poter attingere alle graduatorie per dirigente medico di chirurgia vascolare”.