#Puglia: cosa vedere, posti da visitare e cosa mangiare

11
cosa vedere in puglia scopriamolo insieme turismo e viaggi

In Puglia cosa vedere? Quali sono i posti da visitare? Sia che ci stiamo chiedendo cosa vedere in una settimana che in un periodo più lungo, potremmo partire la nostra guida dai mari pugliesi.

Sicuramente fra le cose da vedere in #Salento proprio il mare della Puglia rappresenta qualcosa di veramente straordinario. Ma tutta la regione, in generale, mette a disposizione tantissimi luoghi da visitare che raccontano una storia ricca di episodi che non possono cadere nell’indifferenza.

cosa vedere in salento scopriamolo insieme

Andiamo nei dettagli e scopriamo cosa vedere in Puglia e cosa mangiare, deliziandoci della tipica cucina tradizionale.

Cosa visitare per capire la storia della Puglia

In Puglia possiamo ritrovare tantissimi luoghi che ci raccontano la storia di questo territorio. Basti pensare, per esempio, ai trulli come quelli della Valle d’Itria. Ci danno una testimonianza notevole del periodo rurale della regione, quando contemporaneamente sono stati costruiti diversi castelli nelle coste del Sud, per difendere il territorio dai pericoli che arrivavano dal mare.

trulli di alberobello in puglia cosa vedere in salento

La Puglia è una terra incredibile, il cui passato ha molto da dirci. Dalla Magna Grecia all’età del Rinascimento. E poi il barocco di Lecce. La regione è tutta un pullulare di tradizioni, offrendoci anche sagre e feste soprattutto nella stagione estiva.

Cosa vedere in Puglia

Se amate i paesaggi naturali, non potete trascurare le isole che formano l’arcipelago delle Tremiti. In questi territori possiamo trovare un paradiso naturale che sa unire un mix storico d’eccezione.

Le isole Tremiti costituiscono davvero il luogo ideale per chi cerca una vacanza da passare in completo relax, esplorando luoghi naturali particolarmente ricchi di una tradizione che ancora sopravvive nella sua abbondanza di elementi.

isole tremiti della puglia cosa vedere nel salento

Ricordatevi che in Puglia vi sono due siti importanti che rientrano all’interno del patrimonio dell’Unesco. Il primo è Alberobello, che nel 1996 l’Unesco ha iscritto nella sua lista, ricordando i suoi noti trulli. L’altro sito Unesco di notevole importanza e che merita sicuramente una visita è la città di Andria.

piazza del duomo in andria cosa vedere in salento

Qui troviamo Castel del Monte, un esempio incredibile di architettura medievale che è stato costruito per volontà di Federico II. È un edificio molto caratteristico, dalla pianta ottagonale, in cui il numero otto ricorre più di una volta. Questo castello risale al XIII secolo.

In puglia un altro luogo molto conosciuto è San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia. In questa cittadina ha trascorso la sua vita San Pio da Pietrelcina. Si possono visitare i santuari collegati alla vita del Santo, come il convento dei frati cappuccini, di Santa Maria delle Grazie e la nuova chiesa dedicata a San Pio, che è stata inaugurata nel 2004.

Cosa vedere a Lecce

Lecce è una città ricca di testimonianze e opere d’arte che risalgono all’epoca romana, a quella medievale e al periodo rinascimentale. È soprattutto una città barocca. Lo possiamo vedere dalle decorazioni sui rivestimenti degli edifici e dai colori particolari che colpiscono l’attenzione anche nell’uso della pietra tipica del territorio.

basilica di santa croce e celestini nel centro di lecce

L’arte barocca cominciò a diffondersi a Lecce nel Seicento, durante la dominazione spagnola. Se ne fece ampio uso nei monumenti, nelle chiese, ma anche nelle abitazioni private. Resta molto del barocco soprattutto nel centro storico della città, quando, attraversando Porta Napoli, si arriva alla città vecchia.

Qui ci sono molti edifici da vedere, come la chiesa di Santa Maria della Provvidenza, quella di Santa Maria di Costantinopoli, la cattedrale a piazza del Duomo, palazzo Adorno, la basilica di Santa Croce.

La più importante testimonianza di epoca romana a Lecce è costituita dall’anfiteatro, che è stato costruito nel II secolo d.C. Poteva contenere fino a 20.000 spettatori. È stato ricavato utilizzando dei pilastri di tufo che formavano un’architettura ad arcate.

Molto interessante è anche il castello di Carlo V, che è stato costruito per volontà del re nel 1539. Per la sua costruzione è stata sfruttata una fortificazione che già esisteva e ha svolto la funzione di difesa del territorio.

castello di Carlo V in lecce nel salento

Cosa vedere in Salento

Fra i luoghi più caratteristici del Salento che non possiamo perdere nel nostro giro in Puglia possiamo ricordare Otranto, il punto più a Est dell’Italia. La peculiarità di questa cittadina è costituita dal labirinto di vicoli caratterizzati dal bianco delle abitazioni. Otranto si trova all’interno di mura difensive e nell’architettura della città possiamo distinguere il susseguirsi delle dominazioni, da quella greca a quella bizantina a quella aragonese.

Uno dei borghi più belli di tutta Italia è il borgo di Specchia, un villaggio medievale su un’altura. È stato costruito utilizzando la tipica pietra leccese ed è un vero e proprio concentrato di abitudini locali tutte da riscoprire.

il borgo di specchia in lecce nel salento

E poi ancora Gallipoli, dove si svolge l’asta del pesce all’interno di uno dei mercati più noti d’Italia. A Gallipoli una delle spiagge più belle dello Ionio, la cosiddetta spiaggia della Purità, che prende il nome dalla chiesa di Santa Maria della Purità, che si trova nei dintorni.

il mare di gallipoli in lecce nel salento

Non perdiamoci il parco del Gargano o il parco delle Murge e poi le numerose feste, sagre e rievocazioni storiche che possiamo ritrovare all’interno dei paesini e delle città di questa regione. Basti pensare al Carnevale di Putignano e alla festa di San Nicola a Bari. Piuttosto rinomata è la notte della taranta, che si svolge a Melpignano.

Si tratta di un festival di musica e tarantelle che richiama turisti da tutta Europa.

Cosa mangiare in Puglia

La cucina caratteristica si contraddistingue per la povertà degli elementi di cui è composta. Gli ingredienti fondamentali della cucina pugliese sono tre: il grano duro, le verdure e l’olio. Di solito questi ingredienti vengono abbinati alla carne e al pesce, per formare piatti dai sapori inconfondibili.

In Puglia si prepara la pasta fatta in casa, con farina di grano duro o mescolando diverse varietà di grani duri e teneri. Le orecchiette costituiscono il tipo di pasta che rimanda direttamente alle specificità culinarie di questa regione.

le orecchiette con le cime di rape pugliesi

E poi ancora gli spaghetti con fagiolini, pomodori e cacioricotta o gli strascinati con cavoli e pancetta fritta. Chi ama il pesce può gustare tantissime varietà di piatti, con il pesce crudo, marinato e accompagnato da zuppe.

il pane di altamura in cottura nel forno del fornaio del salento

Il pane di Altamura e la clementina del Golfo di Taranto portano i marchi DOP o IGT.