La notte degli Oscar: Pierfrancesco Favino nominato tra i membri votanti

133

L’Academy of Motion Pictures, Arts and Sciences ha inviato 819 inviti a personaggi famosi del cinema per essere nominati  tra membri votanti per gli Oscar.

La notte degli Oscar è l’evento più atteso del mondo del cinema. Una passerella di star riunite per applaudire i vincitori della famosa statuina dorata. Per la prossima edizione l’Academy of Motion Pictures, Arts and Sciences ha già inviato 819 inviti a personaggi famosi del cinema per essere nominati  tra membri votanti per gli Oscar.

Con l’attuale emergenza della pandemia negli Stati Uniti l’evento è a rischio. Ma l’organizzazione procede e negli anni ci sono stati molti cambiamenti da parte dell’Academy of Motion Picture Arts & Sciences.

Qualche anno fa nel 2016 nacque la polemica dell’hashtag #OscarsSoWhite che mise in cattiva luce l’organizzazione per l’assenza di candidati di colore. Da quella edizione è stata presa la decisione di candidare sempre un personaggio di colore per evitare imbarazzi e polemiche. L’edizione di quest’anno prevede un numero di inviti inviati alle persone votanti di circa 10740. I nuovi membri sono 819, suddivise:  il 49% non è americano, il 45% donne, il 36% varie etnie.

Nominativi di altri membri votanti

Per l’Italia Pierfrancesco Favino è  al momento tra gli attori come fu per Giancarlo Giannini, Toni Servillo e Carlo Verdone invitati nella scorsa edizione del 2019. Scelte tre registe italiane: Francesca Archibugi, Cristina Comencini e Maria Sole Tognazzi. Tra i compositori musicali:  Andrea Guerra e Lele Marchitelli, i costumisti Massimo Cantini Parrini e Nicoletta Ercole.

pierfrancesco favino durante il film il traditore

I montatori: Francesca Calvelli e Roberto Perpignani. Le scenografe:  Livia Borgognoni e Paola Comencini. Le animatrici: Emanuela Cozzi e Giovanna Ferrari. Il tecnico del suono Adriano Di Lorenzo e il tecnico degli effetti digitali Luca Fascione. L’ufficio stampa Claudia Tomassini e la produttrice Elda Ferri.

Ancora, il direttore della Mostra di Venezia Alberto Barbera e il neo direttore del Festival di Berlino Carlo Chatrian. I nominativi elencati dei membri votanti si aggiungono agli italiani che già votano ogni anno per gli Oscar avendo vinto in passato una statuetta, ricevuto una nomination o anche soltanto un invito.