Ecco i migliori film di football americano da vedere in streaming

26

Per tutti gli appassionati di football americano consigliamo i cinque migliori film da vedere in streaming.

Il Football americano e tra gli sport più seguiti negli Stati Uniti, e non mancano i film da vedere. Noi vi proponiamo le pellicole più viste sul grande schermo e che non si possono perdere.  Ogni film ripropone le gesta di campioni e racconta il mondo del football americano.

Quella sporca ultima meta

Quella sporca ultima meta è un film del 1974 diretto da Robert Aldrich, con protagonista Burt Reynolds.

Trama

L’ex-campione di football americano Paul Crewe, in piena crisi auto-lesionistica dopo la fine della sua carriera, finisce in prigione per aver sottratto e distrutto, ubriaco, la costosa auto della sua fidanzata. La sua crisi esistenziale è dovuta al rimorso per aver accettato di lasciar perdere la sua squadra per denaro. Saputo dei suoi trascorsi professionistici, il direttore del carcere lo vuole per allenare la squadra dei secondini, ma Crewe rifiuta.

Il risentimento del direttore verso i suoi primi rifiuti provoca l’aggravarsi della sua condizione di prigionia, sino al punto in cui Paul è costretto ad accettare di capitanare una raccogliticcia squadra di detenuti per un match contro la squadra delle guardie di sorveglianza. L’esito della partita appare scontato: le guardie si allenano da tempo con regolarità e sono in ottima forma, mentre i detenuti sono ribelli ed individualisti. Ma il finale non è scontato.

Jerry Maguire

Jerry Maguire è un film del 1996 diretto da Cameron Crowe. Il film, che ha come interpreti principali Tom Cruise, Cuba Gooding Jr. e Renée Zellweger, intreccia la carriera di un uomo con la sua storia d’amore, entrambi sottoposti ad esami di coscienza che ne segnano la svolta.

Trama

Jerry Maguire è un procuratore sportivo senza scrupoli, ritenuto tra i più brillanti agenti della Sports Management International (SMI). Dopo una crisi di coscienza innescata dall’eccessivo stress e dalla falsità alla base dei rapporti umani che lo riguardano, scrive una relazione programmatica che prevede la riduzione del numero dei clienti a vantaggio di una maggior attenzione a ciascuno di essi. Tale gesto non piace ai suoi dirigenti, che subito lo licenziano.

Jerry si mette in proprio, seguito dalla sola Dorothy Boyd, giovane impiegata dell’azienda, innamorata di lui e della sua nuova etica lavorativa. Dei circa ottanta sportivi che seguiva all’interno della SMI, lo segue il solo Rod Tidwell, giocatore di football americano di grande talento, ma dalla personalità molto particolare. Tra molte difficoltà va avanti con il suo lavoro.

Grazie allo stimolo del suo agente, e ormai amico, Rod Tidwell fa quel salto di qualità che tutti aspettavano e nella partita più importante della stagione, sfodera una prestazione che lo impone all’attenzione generale. Il rinnovo del contratto arriva e a condizioni mai immaginate prima. Ma anche l’amore non si farà attendere.

Ogni maledetta domenica – Any Given Sunday è un film del 1999 diretto da Oliver Stone

Trama

Miami, Florida. Gli Sharks sono una squadra di football in crisi di risultati dopo la morte dell’anziano proprietario. L’allenatore è Tony D’Amato, un coach vecchio stile, capace e stimato nell’ambiente, spesso osteggiato dal famoso giornalista Jack Rose, ma che non gode più della fiducia della dirigenza, in particolare della giovane presidentessa Christina Pagniacci, figlia del proprietario deceduto e intenzionata a rinverdire i fasti e i successi passati e per questo disposta anche a spostare la franchigia da Miami a Los Angeles.

A complicare le cose giungono anche l’infortunio del carismatico quarterback Cap Rooney, le precarie condizioni di salute del linebacker Luther ‘Shark’ Lavay, che Harvey Mandrake, medico della squadra totalmente privo di scrupoli, si ostina a fare giocare a dispetto d’una frattura al collo, e il carattere ribelle e ostile alle regole dell’astro nascente Willie Beamen, sostituto di Cap e, nonostante il grande talento, inviso all’allenatore e ai compagni di squadra. Insomma un film che lascia col fiato sospeso fino alla fine.

Friday Night Lights

Friday Night Lights è una serie televisiva che segue le vicende dei “Dillon Panthers” (Pantere di Dillon), una squadra liceale di football che si trova nell’immaginaria città di Dillon nel Texas. La serie usa questa fittizia piccola comunità per descrivere la vita della classe media americana; lo show è girato ad Austin in Texas.

In amore niente regole

In amore niente regole è un film diretto da George Clooney, parzialmente basato sulla storia dei Duluth Eskimos.

Trama

Il capitano dei Duluth Bulldogs, squadra del derelitto campionato professionistico di football americano nel 1925 decide che per salvare team e futuro deve ingaggiare il campione universitario ed eroe di guerra Carter Rutheford. Da abile trickster riesce a portarlo sugli infangati campetti del professionismo insieme al suo agente e ai contratti pubblicitari che viaggiano con lui richiamando folle e passione intorno alla squadra. Intanto la reporter sportiva Lexie Littleton del Chicago Tribune indaga sui presunti atti eroici nella grande guerra di Rutherford e si accompagna alla squadra facendo innamorare sia il giovane Carter che il più maturo Dodge. Nel frattempo è stato ingaggiato dalla squadra di Chicago si scontrano in campo e, nel football che si è appena dotato di regole e commissari data l’immediata popolarità, ad avere la meglio sarà un nuovo trucco escogitato dallo scaltro Dodge, che chiuderà la sua carriera sposando Lexie.

Quella sporca ultima meta

Quella sporca ultima meta è un film diretto da Robert Aldrich, con protagonista Burt Reynolds.

Trama

L’ex-campione di football americano Paul Crewe, in piena crisi auto-lesionistica dopo la fine della sua carriera, finisce in prigione per aver sottratto e distrutto, ubriaco, la costosa auto della sua fidanzata. La sua crisi esistenziale è dovuta al rimorso per aver accettato di lasciar perdere la sua squadra per denaro. Saputo dei suoi trascorsi professionistici, il direttore del carcere lo vuole per allenare la squadra dei secondini, ma Crewe rifiuta.

Il direttore vuole a tutti i costi una chiara vittoria della squadra delle guardie e, durante la pausa, ricatta Paul affinché favorisca gli avversari. Senza di lui i detenuti non hanno più speranza. Egli inizialmente subisce il ricatto, poi si redime e con uno scatto di orgoglio porta la sua squadra alla vittoria.