Calcio Napoli, la curva A contro De Laurentiis

76
aurelio de laurentis presidente del calcio napoli

La Curva A, che ha firmato gli striscioni, contesta al Presidente le dichiarazioni degli ultimi giorni poco rispettose, a loro dire, verso Napoli ed i napoletani.

Come ormai consuetudine, ogni estate, appaiono in città striscioni contro Aurelio de Laurentiis presidente del Calcio Napoli.

Ecco il contenuto di alcuni:

  • “Di vero c’è che sei un demente, di falso che sei un vero presidente. ADL buffone” al Maschio angioino.
  • “ADL, rispetta la città, infame senza dignità” invece nei pressi del Museo Archeologico. “Meglio cinesi che cerebrolesi” .
  • Ma quale top player, sei solo un buffone. Rimani sempre tu il solito pappone”.

La Curva A, che ha firmato gli striscioni, contesta al Presidente le dichiarazioni degli ultimi giorni poco rispettose, a loro dire, verso Napoli ed i napoletani.

Che il carattere del Presidente sia piuttosto “particolare” ed egocentrico è, ormai, certo ed allo stesso modo è indiscutibile, l’antipatia nei suoi confronti di molte frange della tifoseria a prescindere da ciò che dice.

A quali risultati possano portare queste manifestazioni è praticamente impossibile da capire. Ormai sono anni che De Laurentiis viene apostrofato con epiteti quantomeno offensivi e discutibili ma, allo stesso modo, sono anni che il presidente non tiene in alcun conto queste offese e prosegue per la sua strada in maniera, a dir poco, convincente.

Forse, molte volte, sarebbe stato meglio tacere piuttosto che esternare alcuni concetti ma il Presidente è così: ama prendersi la scena, ama difendere le sue scelte ed ama avere “visioni” futuristiche sul proprio lavoro. Questa “esplosività” non piace a parte della tifoseria ma, credo, che bisognerebbe distinguere il presidente dall’uomo.

Se si considera De Laurentiis come Presidente del Calcio Napoli, allora, c’è poco da dire: bilancio solido, squadra che cresce tecnicamente in maniera esponenziale e capacità di scegliere calciatori in rampa di lancio verso le big d’Europa con plusvalenze inimmaginabili per altre società. E tutto partendo da zero!

dries mertens giocatore del calcio napoli

Se si considera l’uomo, allora, potrà piacere o non piacere, considerarlo spocchioso o “cafone” o fuori luogo.

Ma De Laurentiis è il presidente del Calcio Napoli, non un oratore dedito alla politica o alla televisione e, per questo, i tifosi dovrebbero giudicarlo solo per i risultati calcistici e societari del Calcio Napoli.

Il resto fa parte della soggettività del personaggio che non intacca minimamente i risultati del Napoli.

Vi immaginate se ai tempi di Diego una frangia di tifosi si fosse rivolta a Maradona dicendogli: “non devi drogarti”, “non frequentare certi personaggi!”. Invece, l’uomo Maradona è sempre stato tenuto fuori dal giudizio dei tifosi e così è giusto.

i ragazzi della curva stadio san paolo

Poco importava del figlio non riconosciuto, poco importava cosa facesse lontano dal campo: lui era il Dio del campo, il genio del pallone;. al di fuori un uomo che poteva fare della sua vita ciò che voleva, e lo ha fatto.

Forse gli autori della Curva A volevano un po’ di visibilità. Se era questo il vero obiettivo, allora, ci sono riusciti anche grazie a questo articolo.